Sito web per motori di ricerca o per utenti?

sito davvero per utenti

L’argomento di cui voglio parlare oggi riguarda sopratutto chi si occupa di un sito web. Nello specifico vorrei far riflettere proponendo una domanda, che ogni webmaster dovrebbe porsi: A chi è veramente rivolto il mio sito web?

Questa domanda può sembrare banale ma, purtroppo, l’esperienza mi ha fatto notare come molti sono i webmaster che non considerano l’utente e che pensano esclusivamente al posizionamento sui motori di ricerca. Come se fossero loro gli obiettivi finali. Nulla di più sbagliato! 

Quando crei un sito bisogna pensare sempre e solo all’utente finale! E’ lui che poi sarà quello che farà crescere il tuo progetto online e che porterà guadagni economici. I motori di ricerca sono solo lo strumento per raggiungere più utenti possibili, starà poi a te, webmaster, ed alla tua bravura  farti tener stretto quell’utente che attraverso Google, o qualche altro motore di ricerca, è riuscito a conoscere il tuo sito.

Si, lo so, si tratta forse di un argomento scontato, detto e ridetto mille volte eppure molte sono le persone che continuano a ricadere in questo errore. Ricorda che aumentare il numero di visite ma non riuscire a trattenere un utente per più di qualche secondo è, secondo me, una sconfitta in partenza.

 

Errori comuni e soluzioni

Vediamo quali sono questi errori comuni, che spesso si fanno e che vanno assolutamente evitati, e le soluzioni ai problemi:

 

Troppe parole chiave:

Alcuni finti “esperti” pensano che l’utilizzo di tante parole chiave sia utile per salire le classifiche dei motori di ricerca e raggiungere le vette. In parte è vero ma, come per tutte le cose, l’abuso genera un cattivo risultato. Risulterà impossibile leggere un testo pieno di parole chiave inserite  ma che risulta davvero poco scorrevole. Quindi magari avrai una bella pagina ottimizzata ma che quando la leggerà l’utente sarà un vero e proprio scempio, tanto da allontanare quell’utente che ti ha visitato.

La soluzione migliore è semplicemente ridurre il numero di parole chiave “forzate” e rendere il testo fluido. Se vuoi fare un buon lavoro di indicizzazione perché piuttosto non creare più testi, magari attraverso un blog?

 

Poco ordine:

Un utente è arrivato nel tuo sito, ha letto l’articolo di suo interesse ma adesso non sa che fare e dove andare poiché non riesce a capire come funziona la struttura del sito web. Occorre dunque un “richiamo all’ordine!”. Un utente deve ben capire da subito ed in qualsiasi momento dove si trova, avere ben chiare le possibilità che il sito gli offre. Questo lo motiverà a visitare altre sezioni del sito.

La soluzione è quella di migliorare la struttura, semplificare le categorie e inserire categorie e sezioni adeguate agli argomenti del sito. Il lettore non deve avere alcun tipo di confusione.

 

Troppa pubblicità:

Anche se il guadagno deriva solo da banner e annunci pubblicitari, non ha senso inserirne un numero sproporzionato. Non guadagnerai di più! E a lungo andare stancherai l’utente che potrebbe abbandonarti per un sito concorrente più “guardabile”. Uso il termine “guardabile” poiché quello che ne esce fuori quando si ha un sito pieno di annunci è semplicemente un obbrobrio! Sempre più spesso le persone utilizzano plugin per evitare di vedere le pubblicità proprio per siti come questi. Inoltre gli annunci pubblicitari rallentano il caricamento della pagina, cosa che può solo infastidire maggiormente il visitatore.

Sappiamo anche però come per molti siti la pubblicità sia necessaria per sopravvivere. Dunque la semplice soluzione è quella di ridurre il numero di annunci e di trovare massimo 3 punti chiave dove inserire i banner. In questo modo focalizzerai meglio l’attenzione dell’utente in punti specifici e aumenterai le probabilità che qualcuno clicchi sull’annuncio.

 

Qualità degli argomenti:

Anche questo è un errore che commettono in tanti, molti pensano che avendo tanti articoli, con parole chiave nei titoli e nel testo, bastino per un sito. Non è così! Ricorda che il tuo sito è per l’utente, e quell’utente in quel momento cerca informazioni che gli siano utili. Conquista con argomenti interessati quell’utente e lo avrai “sedotto a dovere”.

Un argomento ben affrontato, scritto in maniera corretta e completo è quello che serve al tuo sito web.

 

Per concludere, occorre semplicemente creare un sito di “qualità”, che sia ottimizzato, ma che abbia come primo obiettivo l’utente. Prenditi cura dei tuoi visitatori e avrai fatto un passo da gigante per il successo del tuo sito web.

Se pensi di esserti impelagato in questi errori o in altri e non sai come uscirne puoi sempre chiedere a noi del team di Luxia Web di darti una mano, valutando una soluzione personalizzata.

 

Articoli correlati:

Scrivi un commento

Ultimi articoli