Google Penguin 2.0: Nuovo aggiornamento contro lo spam!

google penguin 2.0

Google in questi giorni, ci sta proponendo moltissimi aggiornamenti, abbiamo già parlato, ad esempio, dell’aggiornamento di Google+.

Insomma tante novità nella famiglia Google e di certo non poteva mancare un aggiornamento che riguarda la ricerca vera e propria! Infatti da qualche giorno è attivo il nuovo Penguin 2.0, un algoritmo nato per combattere sopratutto lo spam e che migliora di molto il suo predecessore, Penguin 1.0.

Matt Cutts, capo del gruppo anti spam di Google, che lavora nel progetto Penguin 2.0, ha dichiarato che verranno colpite circa il 2,3 delle query inglesi e americane, che saranno quindi quelle che noteranno maggiormente il cambiamento. Nell’annuncio originale di Matt Cutts, inserito nel suo blog, puoi trovare maggior informazioni a riguardo.

Un video interessante e che chiarisce meglio quale sia lo scopo e quali siano gli obiettivi di Pinguin 2.0 è quello che puoi vedere qui di seguito:

In pratica, ci sarà una maggiore e più dettagliata ricerca di chi usa strani trucchi di spam, ma non ci dovrebbe essere alcuna preoccupazione per chi offre ed ha sempre offerto contenuti di qualità.

Un bravo SEO deve capire che non ha alcun senso usare sistemi che permettono velocemente di salire le classifiche delle SERP, ma che occorre puntare alla reale qualità dei contenuti e collaborare con siti veramente attinenti. Di certo si tratta di un lavoro più impegnativo e che richiede più tempo, ma è il tipo di lavoro che porta i migliori risultati da tutti i punti di vista!

Quello che Google vuole ottenere da sempre, è dare risposte utili a chi effettua una ricerca e non vuole premiare chi invece pubblica link ovunque per cercare di trarne vantaggi in termini di visite. Quindi se il tuo sito offre qualità e risponde alle esigenze dei tuoi utenti puoi star tranquillo, non subirai una beccata dal pinguino.

Penguin 2.0 è attivo anche in Italia, ma vogliamo attendere ancora qualche giorno, per capire come sta agendo e se effettivamente influisce tanto.

Quindi non ti resta che continuare a seguirci, magari iscrivendo alle nostre pagine dei social network, e vedere quello che accadrà fra qualche settimana.

 

Se stai già notando delle differenze o sei stato vittima del nuovo pinguino, parlacene! 

 

Articoli correlati:

Scrivi un commento

Ultimi articoli